Follow us / Seguici

sui nostri social network


Monte San Primo

Altezza: 1682 m.s.l.m

Regione: Lombardia

Provincia: Como

Il monte San Primo è una delle vette più famose, se non la più famosa, del triangolo lariano. Famoso per la facilità con cui si raggiunge nei periodi estivi, è tuttavia una meta amata dagli scialpinisti, quando vi sono le condizioni. L'esposizione favorevole, completamente a nord, e le abbondanti precipitazioni, permettono di sciare ogni anno senza grossi problemi di innevamento, inoltre è possibile sfruttare le piste del vecchio comprensorio sciistico che è ormai in disuso da alcuni anni.

L'itinerario presenta difficoltà medie e può essere classificato come MS / S2 / E1

Salita

Dislivello: 600 m

La salita che si sviluppa dal versante nord del monte, parte dalla località di Piano Rancio, in prossimità del parcheggio, una volta adibito per gli impianti da sci. Iniziamo la salita dal primo skilift ed iniziamo a salire su una traccia che corre parallelamente ai vecchi Skilift, lungo le vecchie piste.

Giunti al termine dello skilift "Baby" la traccia svolterà a destra, con le pendenze che aumentano, e percorriamo con alcuni zig zag, la pista nera che conduce in vetta allo skilift Terrabiotta, durante la fase di salita siamo già in grado di vedere la vetta del San Primo.

Giunti all'arrivo dello skilift Terrabiotta, inizieremo un lungo tratto in cresta, con continui sali e scendi che ci condurrà inizialmente alla Cima del Costone e poi in vetta al San Primo

Dalla cima è possibile ammirare un bellissimo panorama verso il lago e le montagne che circondano il lago, e con la neve che rende ancor più bello l'ambiente

Discesa

La discesa può avvenire o lungo le piste ormai abbandonate, o lungo i molteplici pendii/boschi che conducono o al rifugio Martina o nuovamente al parcheggio, l'unica attenzione sarà quella di non entrare nei molteplici torrenti che scendono dal monte, sono molto sassosi ed il rischio di rovinare lo sci è alto. Se volessimo tornare dal San Primo alle piste od anche a scegliere il punto esatto in cui scendere, è meglio non togliersi le pelli sino a quando decideremo da dove scendere, lungo la cresta fanno sempre comodo in quei tratti di sali e scendi.

Per farvi vedere meglio la discesa vi lasciamo qui in coda il nostro video che ve la mostra.


I nostri Social Network

I contenuti di questo sito sono di proprietà di Ilpiaceredellamontagna.it

I contenuti presenti sul sito "www.ilpiaceredellamontagna.it" non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non espressamente autorizzata dall’autore. Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.

Ilpiaceredellamontagna.it ed i suoi autori non si assumano alcuna responsabilità, esplicita o implicita, riguardante il contenuto e non potranno essere ritenuti in alcun caso responsabili per incidenti o conseguenti danni che derivino o siano causati dall'uso di informazioni contenute nel sito.

Cookie Policy