Via Normale[M. San Martino]

Dati:

Dislivello:763 m

Durata:1h 30'

Impegno fisico: Normale

Difficoltà: E

Descrizione:

Il percorso parte dal rione Rancio di Lecco e ci conduce sino in vetta al M. San Martino. La partenza  è posta in via Quarto, per raggiungerla dovremo seguire la vecchia statale che collegava Lecco a Ballabio e dopo aver superato un ponticello sul fiume Gerenzone con alla nostra destra un discount troveremo dopo circa 400m nei pressi di un tornante una svolta che dovremo prendere per arrivare in via Quarto. Seguiremo la via per l'intera sua lunghezza sino ad arrivare ad uno spiazzo dove è situata una pensilina del servizio autobus di linee Lecco. Qui alla nostra destra troveremo una stanga sempre aperta che permette di salire lungo una strada con pendenze molto elevate. Qui parte il nostro sentiero, noi per trovare parcheggio dovremo proseguire lungo la via che stavamo seguendo sino al cimitero pochi metri più avanti dove troveremo parcheggio.

martino

Qui troveremo anche i primi cartelli che ci indicano il monte oltre al rifugio Piazza.Seguiremo questa stradina che sale con pendenze elevate,giungeremo ad una biforcazione dove potremo seguire sia la strada che svolta a sinistra sia la nostra che svolta con un tornante verso destra. Scegliere l'una o l'altra è indifferente tuttavia consiglio la seconda scelta che ci farà seguire il tornante svoltando a destra,allungheremo il percorso ma eviteremo una scalinata di sassi che a volte risulta essere molto scivolosa e pericolosa dopo eventuali piogge.

Seguiremo la strada che sempre con pendenze elevate ci conduce sino a raggiungere la serie di reti anti frane che protegge l'abitato di Lecco, noi la abbandoneremo seguendo le indicazioni per il rifugio Piazza, Monte S.Martino, lungo un sentiero molto sassoso che in piano ed in alcuni in leggera salita ci conduce sino all'imbocco della vera salita.

Lungo questo primo tratto troveremo anche le devizioni per il medale e per la sua ferrata che dovremo evitare, seguiremo questo sentiero poco pendente sino ad arrivare ad una piccola raffigurazione della Madonna, dove il percorso svolta a destra ed inizia a salire lungo una scalinata naturale.

martino1

Il percorso è sempre ben segnato e dovremo solo evitare di prendere altri sentieri,seppur indicati, che ci conducono verso altre vie come per esempio la Vergella. In circa 30' giungeremo alla chiesetta del San Martino da dove si ha già una spettacolare vista su Lecco,oltrepasseremo la chiesetta tenendo la sinistra e seguiremo il sentiero che conduce verso il rifugio Piazza.
Dopo un breve tratto pianeggiante,ricomincieremo a risalire anche se da ora in avanti in modo leggero sino ad incontrare un segnavia che ci indica la vetta del monte.

martino9

Superato il bivio,il sentiero tornerà a salire con pendenze elevate, in alcuni tratti saremo costretti ad utilizzare anche le mani nell'aiutarci a superare dei piccoli saltini rocciosi.
Incontreremo a metà strada un secondo sentiero,proveniente dal rifugio Piazza, che si ricollegherà al nostro e continuerà a risalire i pendi erbosi del monte con un susseguirsi di tornanti. In questo tratto la fatica è compensata da una magnifica verso il lago di Como in particolar modo del suo ramo di Lecco.

martino8

Offerte online

martino7

Dopo circa 45' di fatica arriveremo lungo la cresta del monte, ormai il più è stato fatto,percorreremo alcuni metri in piano ed in leggera discesa sino a quando troveremo il sentiero Silvia che si ricollegherà al nostro per poi fare insieme gli ultimi metri prima della vetta.

martino6

 
 

 martino4

Dalla vetta è possibile ammirare uno dei panorami più belli delle prealpi lombarde con ai nostri piedi la città di Lecco, racchiusa tra lago e montagne.

martino5

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie