Rifugio Roccoli Lorla - Monte Legnone

Dati:

Dislivello:1146 m

Durata: 3h

Impegno Fisico:elevato

Difficoltà: EE

Descrizione:

La partenza del sentiero avviene dal Rifugio Roccoli Lorla,raggiungibile con la nostra autovettura.

Seguiamo la statale SS36 uscendo all'uscita di Dervio,appena dopo quella di Bellano,appena usciti troveremo una rotonda dove svolteremo a destra seguendo la strada per la Val Varrone.

E la seguiamo fino a Tremenico dove seguiremo i cartelli che ci indicano la strada da seguire per salire al rifugio,la strada non è delle più larghe però due macchine riescono a passarci senza problemi,continiuamo a salire fino a quando la strada asfaltata termina in un parcheggio nei pressi del Rifugio.

Iniziamo a camminare da qui,dopo aver superato il rifugio iniziamo a salire in un bosco di abeti,il percorso finora non è impegnativo e possiamo già guardare le altre vette come il Legnoncino che ci sta proprio di fronte.

 

Dopo circa 10' il sentiero discende brevemente fino ad un alpeggio,da questo punto possiamo già vedere il percorso che faremo e proprio da qua il sentiero diventa molto arduo,salendo in maniera impegnativa.

Offerte: abbigliamento ed attrezzatura per il trekking

Dopo circa 2h dall'alpeggio il sentiero spiana e percorriamo un breve tratto pianeggiante con però alcuni punti difficoltosi dove le catene ci aiutano a percorrerlo.

Arriviamo al bivacco Ca de Legn a circa 2146 m.s.l.m,dove possiamo prenderci un attimo di riposo.

Il percorso continua superando il bivacco e da ora in avanti diventa impegnativo non solo per le pendenze  ma anche perchè in certi punti dobbiamo arrampicarci sulla roccia,tuttavia niente di difficile,è ben attrezzato con catene e nei punti in cui non vi sono appoggi naturali vi sono piccoli "piedistalli".

Questi brevi tratti atrezzati sono cortissimi,non più di 10 m,e non dovrebbero creare problemi.

Gli ultimi 500 m di dislivello sono molto faticosi,però la vista della croce ci sprona a continuare a salire.

In questo tratto possiamo ammirare nella valle sottostante se siamo fortunati stambecchi che brucano i manti erbosi.

In prossimità della vetta,abbiamo l'ultimo tratto leggermente difficile,dove dobbiamo scalare alcune rocce sempre ben attrezzate con catene e scalini,nulla di complicato e che chiunque può farle!

 
 

Arriviamo quindi in vetta dalla quale possiamo ammirare un paesaggio bellissimo oltre che sulla valtellina,con le vette del Disgrazia,Badile,anche sul lago.

Non fatevi intimorire dalla presenza di questi brevi tratti di catene,tutti anche i meno esperti possono farli senza l'utilizzo di imbragature estremamente inutili per questo sentiero,inoltre è l'ideale per chi volesse aumentare le proprie esperienze.

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie