Monte Berlinghera
Monte Grona
Monte Magnodeno
Capanna Sciora
Capanna Grialetsch
Grignetta
Monte Crocione
Ferrata Piz Trovat
Offerte Amazon della settimana
mule

Camelbak M.U.L.E 12L

119,95 €   79,45

Costa Palio-Forbesette-Val Boazzo

Caratteristiche:

Lunghezza: 33 km

Dislivello: 1159 m

In sella: 100% in base alle singole capacità di guida

Tipo di Terreno: Sentiero,Asfalto

Fontane:Ballabio Morterone

File GPX del percorso:  Forbesette.ValBoazzo.gpx

Traccia indispensabile

Descrizione:

L'anello che vi proponiamo è un bellissimo percorso che si sviluppa ai piedi del versante nord del Monte Resegone. La traccia che vi forniamo parte da Ballabio, più precisamente dall' incrocio tra la vecchia Lecco - Ballabio e la strada per Morterone.

Inizieremo a salire lungo la bellissima salita che ci condurrà a Morterone, mai troppo impegnativa, con pendenze sempre intorno ai 5-6% e contraddistinta da continui tornanti che ci permetteranno di recuperare. Per circa 11km e 550 m di dislivello, seguiremo questa strada che ci condurrà alla Forcella di Olino, negli ultimi km ,dopo aver superato un gabbiotto metallico ed un lunga serie di tornanti, inizierà un tratto di brevi sali e scendi sino a raggiungere la forcella.

Supereremo la breve galleria nei pressi della Forcella di Olino e dopo nemmeno 100m svolteremo a destra seguendo il sentiero conosciuto come la "Vecchia strada per Morterone". Un bel sentiero abbastanza flow su un fondo sassoso che ci permette di raggiungere Morterone, evitando in questo modo la strada asfaltata.

forbesette1

Il sentiero terminerà proprio in prossimità di Morterone, da dove seguiremo la strada asfaltata che ci condurrà verso la Costa di Palio, in questo tratto di percorso le pendenze in salita aumentano notevolmente ed  ,dopo le prime centinaia di metri, l'asfalto terminerà lasciando spazio ad una strada sterrata che immersa in un bellissimo boschi di faggi ci condurrà verso la Costa di Palio.

forbesette2

Appena prima di raggiungere l'Alpe Costa di Palio, nel caso fossimo stanchi, troveremo nei pressi di una sbarra una deviazione con le indicazioni per il passo del Palio che prenderemo,evitando in questo modo 1 km e circa 100m di dislivello in meno. Prendere l'uno o l'altro alla fine anche se continuassimo dovremo transitare dal passo di Palio.

Giunti al Passo possiamo ammirare tutta la Valle Imagna con Brumano,Fuipiano e gli altri paesi, noi abbandoneremo la sterrata seguendo una traccia in salita tra i prati, seppure per pochi metri, sino a quando troveremo alla nostra destra un sentiero che in costa,quasi pianeggiante, ci conduce verso le Forbesette.

forbesette3

In questo tratto alterneremo tratti in discesa ad altri in salita, per chi non conosce il percorso, la traccia gps è necessaria. Troveremo ad un certo punto una sterrata che però non seguiremo. In questo tratto di percorso sino alle Forbesette effettuare tutto il percorso in sella è abbastanza duro, poichè troveremo in quei pochi tratti di salita alcuni salti rocciosi,difficili da superare in sella.

Giunti alla Forbesette, dove troviamo alcune panchine dove potersi fermare, inizierà la discesa verso la Forcella di Olino.

La discesa è bellissima e divertentissima, abbiamo l'alternanza di tratti molto flow ad altri,seppure brevi, abbastanza tecnici, anche se per la maggior parte abbiamo tratti estremamente veloce e flow. Le pendenze sono lievi e troveremo anche alcuni tratti in salita,seppure brevi. Uno dei tratti più tecnici lo raggiungiamo verso metà di questa prima discesa, dove il sentiero si restringe le pendenze aumentano e abbiamo alcuni salti rocciosi, sino a raggiungere un capanno da caccia.

La discesa termina alla Forcella di Olino, appena prima della galleria, dove proseguiremo per pochi metri sulla strada in discesa,sino a trovare sulla sinistra un sentierino che ci condurrà nella bellissima Val Boazzo.

forbesette4

 
 

La Val Boazzo è un sentiero bellissimo che presenta tutte le qualità di un sentiero con un fondo parecchio sassoso. Questa discesa si può dividere in tre parti. La prima parte è molto Flow e veloce con le uniche difficoltà dovute al fondo molto sassoso. La seconda parte è quella più impegnativa dal punto di vista tecnico, continui gradoni rocciosi a volte molto impegnativi ed alti. I più bravi tecnicamente riusciranno a farli tutti in sella, tuttavia è abbastanza difficole.

La terza ed ultima parte ridiventa molto flow con continui ponticelli che ci permettono di superare il fiume Caldone, sino a raggiungere l'Alpe Boazzo.

Fate attenzione perchè  all'Alpe Boazzo termineremo la discesa ed inizierà una salita molto impegnativa, visto che siamo quasi al termine del giro e saremo parecchio stanchi, che ci condurrà nuovamente sulla statale. 

Raggiunta la statale la seguiremo sino a quando ci ricondurà a Ballabio, purtroppo in questo tratto non potremo seguire dei sentieri che ci permettano di non scendere lungo l'asfalto, esisteva una traccia ma il sentiero è andato perduto.

Al termine della discesa arriveremo nuovamente a Ballabio, dove eravamo partiti.

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie