Sentiero Valtellina [Sondrio - Tirano]

Caratteristiche:

Lunghezza: 31 km

Dislivello:250 m

In sella:100%

Tipo di Terreno: Asfalto

Fontane: Molteplici lungo il percorso

Descrizione:

La seconda parte del Sentiero Valtellina ci conduce da Sondrio sino a Tirano per una lunghezza complessiva di 31 km percorrendo le varie sponde dell'Adda tra campi agricoli e le bellissime coltivazioni di mele.
La partenza di questo tratto non è posta esattamente a Sondrio ma a Torchione, una piccola frazione di Albosaggia,posto esattamente sulla sponda opposta rispetto a Sondrio. Per chi giunge in macchina raggiungere l'inizio del percorso è estremamente semplice, basta seguire la circumvalazione di Sondrio e quando troviamo le indicazioni per via Vanoni uscire dalla tangenzialina. Una volta usciti dalla tangenzialina troveremo subito una rotonda dove svolteremo a destra o sinistra in base alla propria provenienza ed attraverseremo un ponte sull'Adda per poi tenere subito la destra ed arrivare dopo nemmeno 100 m nei pressi di un ampio parcheggio dove possiamo lasciare la nostra autovettura. Qui troveremo anche un noleggio di bici.

Per chi invece arrivasse da Morbegno e stesse già seguendo il Sentiero Valtellina non deve preoccuparsi visto che il sentiero ci conduce sino al parcheggio/noleggio in questione. Proprio in prossimità del noleggio è posto un ponte adibito solo alle bici dove il nostro percorso prosegue.

val

Attraversiamo il ponte sull'Adda e seguiremo la segnaletica perfetta che indica di svoltare a sinistra per Tirano ed inizieremo ad affrontare un percorso pianeggiante immersi nella natura dove troveremo un continuo susseguirsi di aree pic-nic e una fontana per ogni singola area.

val

val

Dopo circa 1,5 km dalla partenza il sentiero termina per una decina di metri percorrendo una strada secondaria per nulla trafficata,ma il tratto è cortissimo e troveremo subito sulla destra la nostra ciclopista.

val

Raggiungieremo Piateda in poco tempo ed attraverseremo il ponte luno la statale per poi svoltare subito a sinistra e ricominciare il nostro sentiero, la segnaletica è sempre perfetta ed è impossibile sbagliare percorso.

val

Al termine di Piateda il sentiero lascia il proprio percorso per seguire delle stradine secondarie dove difficilmente incontreremo macchine e che passano all'interno dei paesini di  Carolo e altre frazioni di Piateda. In questo tratto il sentiero alterna brevi momenti di salita ad altri di discesa, in alcuni punti soprattutto dopo Carolo le pendenze sono intorno al 10% seppure per pochi metri.

val

 
 

val

Questo tratto è un pò ostico per chi lo affronta in bici da corsa, il fondo è leggermente sconnesso e i sanpietrini presenti a Carolo danno un pò fastidio. L'aspetto che più ci aiuta nell'affrontare il percorso è il fatto che oltre alla segnaletica perfetta,ogni chilometro che affrontiamo è ben segnalato e quindi conosceremo con precisione la distanza che dovremo ancora affrontare per raggiungere Tirano. Non dovremo mai scendere dalle nostre bici salvo per un punto dove attraverseremo l'alveo di un torrente,il più delle volte in secca, dove è però consigliato portare a mano la bici.

Seguendo strade di campagna utilizzate solo dai mezzi agricoli raggiungeremo Camerati dove grazie ad un bellissimo ponticello attraverseremo l'adda e ci sposteremo nuovamente sulla sponda settentrionale del fiume,da dove inizia un lungo tratto tra le campagne che ci condurrà verso Teglio.

val

Giunti a Teglio il percorso passerà accanto alla stazione ferroviaria, attraverserà la statale per l'Aprica e si dirigerà verso le campagne. Qui il percorso è in fase di ultimazione,troveremo un ponticello in legno sulla nostra sinistra che non dovremo seguire, ma dovremo continuare dritti lungo una strada asfaltata che ci conduce verso alcune cascine.

val

Anche in questo tratto percorreremo delle strade adibite solo ai mezzi agricoli, solo per circa 200m prima di arrivare a Stazzona percorreremo una strada secondaria dove anche le macchine possono circolare, ma anche in questo caso il traffico è molto limitato. Giunti a Stazzona, oltrepasseremo il ponte e dopo circa 200m troveremo sulla nostra destra i cartelli che ci indicano nuovamente la pista che stiamo seguendo

val

Questo tratto è forse uno dei più belli del sentiero, la pista attraversa le bellissime coltivazioni di mele,rinomate in tutta Italia, sino ad arrivare lungo un canale che ci condurrà a Tirano.

val

Solo negli utlimi metri oltrepasseremo il canale e affronteremo gli ultimi 100m lungo una stradina secondaria di Tirano dove la nostra pista è  delimitata su uno dei lati da alcuni spartitraffico, arriveremo presso la stazione di Tirano dove termina questa parte del Sentiero Valtellina. Da qui potremo decidere se proseguire verso Bormio o tornare indietro in bicicletta o in treno.

val

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie