Sci Alpinismo

 

Lo sci Alpinismo è una delle attività invernali più affascinanti e più complete, ingloba in un'unica disciplina lo sci ed il "trekking" lontano dagli impianti ed immerso nella natura più incontaminata.

Per chi affronta questo tipo di attività non serve solo avere capacità da buon sciatore, ma anche avere buon fiato e gambe per portarci in vetta alle cime che più desideriamo.

Da tutti vista come un'attività pericolasa per il rischio delle valanghe, tuttavia se si hanno le giuste conoscenze e non si prendono rischi eccessivi non presenta pericoli se non quello di affaticarsi troppo. 

Per facilitarvi nella ricerca degli itinerari adatti alle vostre abilità nella lista sottostante inseriremo gli itinerari da noi recensiti come annesse informazioni sia sul livello di difficoltà da affrontare sia sulle capacità da sciatore da avere.

 Il livello di difficoltà si sviluppa su alcune scale particolari di cui vi facciamo breve accenno: 

Scala Blachère

  • MS : medio sciatore: pendii facili, fino a 30 gradi;
  • BS : buono sciatore: pendii fino a 40 gradi, per tratti brevi e poco esposti
  • OS : ottimo sciatore: pendii anche oltre 40 gradi, passaggi obbligati ed esposti

L'eventuale aggiunta del prefisso A davanti ad ogni scala indica che la presenza di passaggi alpinistici dove è richiesto l'uso e la padronanza di: piccozza, ramponi, corda ed imbrago.

Scala Traynard

  • S1 : itinerario facile che non richiede tecnica particolare;
  • S2 : pendii e valloni ampi, fino a 25 gradi
  • S3 : pendii fino a 35 gradi; richiede buona tecnica su ogni tipo di neve
  • S4 : pendii fino a 45 gradi senza forte esposizione; tra 30 e 40 gradi con esposizione forte o passaggi stretti; richiede una tecnica ottima
  • S5 : pendii da 45 a 50 gradi senza forte esposizione; a partire da 40 gradi con esposizione forte
  • S6 : pendii oltre i 55 gradi senza forte esposizione; a partire da 50 gradi con esposizione forte

Scala dell'esposizione

  • E1 : Pendio uniforme dove eventuali ostacoli come rocce o alberi non obbligano in modo significativo il passaggio;
  • E2 : Nel pendio ci sono ostacoli come brevi barre rocciose che ne interrompono la continuità. Un’eventuale caduta è potenzialmente pericolosa anche se la caduta in alcuni casi è ancora controllabile
  • E3 : Pendii con passaggi obbligati e alti salti di rocce. Un’eventuale caduta non è sicuramente controllabile e può portare a gravissime conseguenze
  • E4 : sposizione massima e continua su alti salti di rocce. Assolutamente vietato cadere, la probabilità di sopravvivenza è pressoché nulla

Il più delle volte un itinerario non viene indicato da un'unica scala, ma da due scale in modo da fornire maggiori informazioni possibili allo scialpinista.

I nostri itinerari:

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie