Anello prealpi Lecchesi/ Bergamasche

Dati:

Lunghezza: 109 km

Dislivello:2800 m

Lunghezza salita più lunga: 15 km

Condizione fisica: Ottimo allenamento

Traccia GPS:   Trittico.gpx

Descrizione:

L'anello delle prealpi Lombarde è un anello che percorre alcune delle salite più belle ed impegnative delle  prealpi lecchesi e bergamasche, L'anello permette di affrontare alcune delle salite più famose della zona che vengono affrontate anche dalle più famose corse ciclistiche: Giro d'Italia e Giro di Lombardia.

La partenza del percorso è posta a Lecco e ci farà affrontare le seguenti salite:


Nome Lunghezza Dislivello Quota arrivo
       
Valico di Valcava 15,3 km  1100 m   1319 m.s.l.m
Forcella di Berbenno 8 km 343 m 708 m.s.l.m
Forcella di Bura 11 km 500 m 884 m.s.l.m
Culmine di San Pietro 9 km 447 m 1254 m.s.l.m

Ogni salita ha la propria storia e le proprie caratteristiche con la durissima Valcava con i suoi ultimi 3 km micidiali con pendenze superiori al 15%, le pedalabili Bura e Berbenno abbastanza lunghe ma con pendenze pedalabili e la Culmine di San Pietro con il tratto Vedeseta Avolasio che distrugge le gambe di qualsiasi ciclista. Ce n'è per tutti i gusti e sicuramente solo le persone molto allenate potranno affrontarla alla perfezione.

enervit G sport

Enervit G Sport 2 confezioni

19,60  - 18,00 €

Una volta giunti, come detto in precedenza, a Calolziocorte iniziano le fatiche ed inizia la lunga salita verso il valico di Valcava, sebbene molte cartine ed indicazioni indichino la partenza effettiva da Torre de Busi, non bisogna però dimenticare i chilometri in salita che da Calolziocorte conducono a Torre de Busi e che non vi saranno pi tratti pianeggianti sino a raggiungere il valico.

La valcava è una delle salite più impegnative delle prealpi, non tanto per la sua lunghezza, ma quanto per la sua durezza, impressionanti sono gli ultimi 3 km con pendenza media sempre superiore al 12%, in alcuni punti fa veramente paura come salita.

Una volt giunti al valico dove è presente anche un piccolo barettino, inizierà l'altrettanto lunga discesa che ci condurrà sino a Capizzone, affrontando un'altra famosa salita della zona, seppure in discesa, come la Bedulita. Una volta giunti a Capizzone affronteremo circa 1 km in pianura prima di affrontare la seconda salita di giornata la Berbenno. 

La Berbenno rispetto alla Valcava è quasi uno scherzetto con pendenze sempre lievi che non superano mai il 6%. In prossimità del paese potremo decidere in base alla nostra stanchezza se affrontare anche la forcella di bura o cercare di evitare circa 8 km di salita, se fossimo stanchi svolteremo a sinistra e dopo aver affrontato un breve strappo dove le pendenze arrivano all '8% affronteremo un lungo sali e scendi, ma per lo più pianeggiante che ci condurrà a Blello e poi a Gerosa, se invece volessimo affrontare per completo l'anello terremo la destra ed arriveremo alla forcella di Berbenno per poi affrontare una breve discesa sino a Laxolo e poi ricominciare a salire verso la Forcella di Bura.

Le due alternative si incontrano a Gerosa dove si rincongiungono per affrontare gli ultimi 2 chilometri sino ad arrivare alla Forcella di Bura, da dove inizia una discesa con pendenze sempre lievi sino a Lavina, dove avrà inizio la salita verso la Culmine di San Pietro, dovremo evitare la prima indicazioni per Vedeseta perchè ci farebbe affrontare un muro di breve durat, ma con pendenze veramente impegnative, ma la seconda deviazione che ci condurrà a Vedeseta dove inizia la parte più difficile della salita. Da Vedeseta sino ad Avolasio avremo un tratto con pendenza media superiore al 8% ed tra due tornanti avremo dei tratti anche superiori al 13% di pendenza media.

Giunti ad Avolasio affronteremo una breve discesa sino ad un ponte che divide le provincie di Bergamo e Lecco, per poi affrontare gli ultimi chilometri sino al passo, le pendenze diminuiscono ma il pessimo stato dell'asfalto rende ancor più dura la salita

Dal passo affronteremo la lunga discesa che ci ricondurrà a Lecco

 

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie