Passo Bernina da Tirano

Dati:

Lunghezza: 33,6 km

Dislivello: 1779m

Pendenza media: 5,7%

Pendenza max: 12%

Tempi di percorrenza:

  1300 VAM = 1h 21' 50''   1200 VAM = 1h 28' 57''
  1100 VAM = 1h 37' 1''   1000 VAM = 1h 46' 44''
  900 VAM  = 1h 58' 33''   800 VAM  = 2h 13' 12''
  700 VAM  = 2h 32' 24''   600 VAM  = 2h 57' 54''

Descrizione:

Il passo Bernina da Tirano è una di quelle salite mitiche, leggendarie, che non devono mai mancare nel palmares di ogni ciclista. La salita non presenta tratti con pendenze impossibili ne una pendenza media elevata, ma è lunghissima quasi interminabile. Se si finisce la "benzina" troppo presto, raggiungere la cima sarà un'impresa estremamente ardua, visto che l'ultima parte è anche uno dei tratti più duri della salita.

La partenza della salita è posta a Tirano, in prossimità della rotonda nei pressi del Santuario Madonna di Tirano.

tirano

La prima parte sino alla frontiera svizzera non presenta difficoltà, l'unico aspetto su cui dovremo prestare attenzione sono i binari della rete ferroviaria che in questa prima parte,corrono per alcune centinaia di metri lungo la strada.

Superata la frontiera le pendenze aumentano e troviamo il tratto,seppure breve, con le pendenze più elevate tra Campascio e Brusio,superate le quali troviamo ancora pendenze intorno al 7-8% sino ad arrivare a Miralago.

tirano1

Superato Miralago le pendenze scemano, sino ad annularsi e percorriamo per alcuni chilometri sino a Poschiavo, un tratto pianeggiante,costeggiando anche il bellissimo lago di Poschiavo. Gli unici punti in cui prestare attenzione sono posti all'entrata di Le Prese,dove i binari della ferrovia retica corrono nuovamente lungo la strada,seppure per poche centinaia di metri.

tirano2

Una volta superato Poschiavo, la salita ricomincia con pendenze sempre intorno al 8-9%, e le punte più elevate vengono toccate in prossimità della località di Sfazù. Questo è il tratto in cui bisogna gestirsi,la salita non presenta tornanti ma è un lungo rettilineo con qualche curva.

tirano3

Superato Sfazù, percorreremo alcuni tornanti prima di giungere in località La Rosa,dove ,seppure per pochi metri, la salita spiana e ci permette di rifiatare e prepararci all'ultima parte di salita

tirano4

Quando la salita ricomincierà lo farà fin da subito con pendenze elevate 9-10%, supereremo la biforcazione per Livigno, ed inizierà un tratto molto bello dal punto di vista panoramico ma estremamente duro con pendenze sempre intorno all'8%. Questo ultimo tratto presenta il continuo susseguirsi di tornanti,molto larghi, e curve contro curve,sino a giungere l'ultimo tornante, l'unico abbastanza stretto in cui si può rifiatre, che ci condurrà all'ultimo rettilineo, ma non meno duro, sino a raggiungere il passo.

tirano5

tirano6

tirano7

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie