Sentiero del Viandante

Il sentiero del Viandante è un bellissimo sentiero che da Abbadia Lariana conduce sino a Colico o viceversa, un percorso lungo 45 km tra: continui sali e scendi, mulattiere, sentieri che vi porteranno alla scoperta di alucni luoghi tra i più belli del lago di Como.

Il sentiero ricalca un'antica strada che veniva già percorsa ai tempi dei romani, che metteva in collegamento la Valtellina con Milano.

Il percorso è perfettamente segnalato su gran parte dei suoi chilometri, fatta eccezzione per quei due/tre punti che però risultano abbastanza intuitibili.

Viandante4  

Affrontare l'intero percorso in giornata è quasi impossibile, è possibile dividerlo in tappe. L'utilizzo della rete ferroviaria è altamente consigliabile visto il servizio, complessivamente buono, che ci permette di tornare ai punti di partenza con grande tranquillità; questo è uno degli aspetti più positivi del percorso, infatti fatta eccezzioni per la stazione di Olcio per le altre il sentiero passa in prossimità delle stazioni.

Per descrivere meglio il percorso lo divideremo in 4 tappe di ugual lunghezza.

Tappe:

  Dislivello Durata
1- Abbadia Lariana - Lierna 400 m 3 h
2- Lierna - Varenna 800 m 3 h

Sentiero del Viandante: Lierna - Varenna

Dati:

Dislivello: 850 m

Durata: 3h

Impegno fisico: Normale

Difficoltà: E

Descrizione:

La seconda parte del sentiero del Viandante che da Lierna conduce a Varenna è sicuramente la parte più difficile dal punto di vista fisico, visto il notevole dislivello, se si desidera seguire il percorso originale, altrimenti negli anni sono stati realizzati dei sentieri che facilitano i meno allenati e rimangono più sul livello del Lago, ma che non permettono di ammirare gli scorci che ci sa regalare il sentiero originale.

La partenza del percorso è posta alla stazione di Lierna dove vi avevamo lasciato nella prima parte del percorso(Prima parte da Abbadia a Lierna);una volta posteggiata la nostra autovettura, o come vi avevamo consigliato, giunti con il treno regionale a Lierna, saliremo verso il cimitero di Lierna seguendo la stradina in salita che ci farà passare la ferrovia, sino a incontrare i primi segnavia e le indicazioni del sentiero 71 verso Ortanella.

Svolteremo a sinistra seguendo il segnavia che ci condurrà lungo le bellissime stradine di lierna sino ad arrivare a Lierna alta, Genico.

Una volta superato Genico passeremo sotto i piloni della SS36 ed inizieremo la vera salita, impegnativa e con pendenze sempre elevate salvo per brevi tratti dove spiana e possiamo respirare. Una salita a gradoni naturali che metterà alla prova anche i più allenati. Incontreremo alcune biforcazioni lungo il sentiero, ma noi continueremo a seguire i cartelli, sempre presenti negli incroci, che ci indicano Ortanella ed il sentiero del Viandante.Unico punto in cui potremo riposare sarà in prossimità della croce di Brentalone dove possiamo ammirare un bellissimo panorama verso Lierna.

Alla croce di Brentalone possiamo fermarci a riposare qualche minuto perche troveremo un tavolino in legno dove sederci, ma poi continueremo tenendo la sinistra e continuando a salire su pendenze elevate sino a raggiungere le baite all'Alpe Mezzedo, immerse in dei bellissimi prati, oltre alle pendenze in questo tratto nei periodi autunnali ed invernali troveremo anche grandi quantità di foglie che ci rallentano la salita.

Il più è fatto una volta superata l'Alpe Mezzedo affronteremo ancora un breve tratto di salita per poi raggiungere Ortanella, attenzione ad un bivio dove dovremo seguire salvo altre indicazioni un sentiero alternativo perchè il vecchio è stato distrutto per dei lavori. Giungeremo alla Bocchetta di Ortanella e seguendo una strada sterrata arriveremo alla piccola località

Giunti ad Ortanella seguiremo una strada sterrata che prosegue alla sinistra della piccola località, sino a raggiungere una bifocazione nei pressi di una panchina dove svolteremo a destra ed inizieremo la lunga discesa che ci condurrà prima a Vezio e poi a Varenna.

La discesa che affronteremo è lunga e mai impegnativa, non presenta ne pendenze eccessive ne salti rocciosi impegnativi. In più potremmo ammirare in certi frangenti dei panorami meravigliosi verso Varenna.

Questa parte di discesa termina a Vezio, dove il sentiero termina in prossimità delle prime case. Noi proseguiremo seguendo le indicazioni per Varenna, non guarderemo le indicazioni del sentiero che indicano di prendere il percorso per Bellano, ma continueremo a scendere sino ad arrivare in Varenna.

Quest'ultima parte di discesa che da Vezio conduce a Varenna è abbastanza fastidiosa per via del ciottolato, molto scivoloso; la discesa termina a Varenna in prossimità del molo dei traghetti, in breve tempo seguendo per pochi metri la statale verso Esino arriveremo alla stazione di Varenna, dove riprenderemo il treno verso Lierna o verso altre mete, bisogna considerare che a Varenna si fermano anche i treni diretti verso Milano e la Valtellina.


 

Sentiero del Viandante: Abbadia Lariana - Lierna

Dati:

Dislivello: 400 m

Durata:3h

Impegno fisico: Normale

Difficoltà: E

Descrizione:

La prima parte del sentiero del Viandante vi permette, partendo da Abbiadia Lariana, di giungere ad Esino Lario dopo circa 3h di cammino. Onde evitare di avere problemi di parcheggio e recupero delle nostre autovetture, è consigliabile usufruire del servizio ferroviario che ci permette di apprezzare meglio i percorso e visto che il sentiero passa vicino alla maggior parte delle stazioni ferroviarie.

Abbadia Lariana è facilmente raggiungibile tramite le nostre vetture via SS 36, proprio all'imbocco del paese troveremo alla nostra destra l'inizio del percorso, nei pressi della chiesa di San Martino, tuttavia non troveremo subito il posteggio e dovremo continuare a seguire la statale sino a trovare alla nostra destra i parcheggi.

Per chi fosse giunto con il treno e sceso alla stazione di Abbadia, come consigliato, dovrà percorrere circa 400m lungo la statale, sono presenti marciapiedi, sin quasi alle gallerie della superstrada, propria alla sinistra troveremo una scalinata con i cartelli che ci indicano la partenza del sentiero.

Prenderemo questo sentiero che per i primi metri si presenta in salita sino a spostarci nella zona alta di Abbiadia Lariana, da dove il sentiero inizierà a diventare pianeggiante alternato da continui sali e scendi. Già in questi primi frangenti possiamo ammirare il bellissimo panorama sul lago. Il percorso oltre ad essere segnalato dagli appositi cartelli, presenta anche delle frecce sulla strada di colore giallo che non dovremo mai perdere di vista.

Tra Abbadia e Mandello nei pressi di Linzanico il percorso percorrerà un breve tratto su una strada secondaria sino a passare al di sotto di un ponte della SS 36 ed appena averla superata troveremo alla nostra destra il proseguio del sentiero che ci condurrà sino alla bellissima chiesetta in pietra di San Giorgio di Crebbio.

Una volta giunti a San Giorgio e magari ammirato il panorama verso il lago, riprenderemo a camminare svoltando a destra ed iniziando a seguire una stradina in salita che diventa in poco tempo un sentiero. Fate attenzione a seguire le frecce e le indicazioni che ci condurranno a Maggiana, una piccola frazione di Mandello, molto caratteristica con le sue case e vie tutte in pietra.

Da Maggiana inizia uno dei tratti "più difficili" del percorso, infatti percorreremo un sentiero, abbastanza pendente e formato da gradoni naturali, che ci condurrà a Rongio, anche essa frazione di Mandello.

Giunti a Rongio prenderemo nei pressi della chiesetta di Sant'Antonio una strada in discesa che conduce verso il ristorante Al verde. La strada in discesa ci condurrà sino in fondo alla vallata dove un ponticello in pietra ci permetterà di superare agevolmente il torrente Meria.

Superato questo ponte affronteremo un tratto in salita, anche abbastanza impegnativo per le pendenze, ma sempre breve, con la presenza anche di qualche catena che serve da aiuto nel caso il percorso sia molto umido e scivoloso, che ci conduttà a Somana e poi sopra l'abitato di Olcio. Percorreremo questra strada asfaltata ma dove non passano mai le macchine sino ad incontrare alla nostra sinistra un sentiero con le indicazioni per Lierna e con il simbolo il segnavia del sentiero del viandate.

Da ora in avanti inizierà una discesa, poco impegnativa che ci condurrà sino all'abitato di Lierna. Lungo questa discesa passeremo, in alcuni momenti, accanto alla superstrada sino a quando raggiungeremo le prime case di Lierna.

Al termine della discesa incontreremo una fontana in pietra dove il percorso torna a salire, ma solo per poche decine di metri. Continueremo a scendere lungo le strette vie della vecchia Lierna sino a ritornare su una strada asfaltata, nei pressi di una rotonda svolteremo a destra e seguiremo un lungo rettilineo che ci condurrà sino alla stazione di Lierna, proprio lungo questo tratto incontrereremo anche la continuazione del sentiero che ci condurrà verso Ortanella e Varenna.


Ultime Relazioni MTB

Bernina Express - Poschiavo

Uno dei percorsi più belli della Svizzera con la discesa tecnica che dal passo del Bernina conduce sino a Poschiavo nell'omonima vallata.

 Scopri l'itinerario

Val Federia

Uno dei percorsi più belli dell'alta valtellina e del livignasco, una discesa su un singletrail bellissimo dove tutti si divertiranno al massimo.

 Scopri l'itinerario

Albula Trail

Un bellissimo percorso da affrontare per i principianti della MTB, una discesa molto flow su un un bellissimo singletrail lungo l'Albula.

 Scopri l'itinerario

Pian delle Betulle - Val Biandino

Un anello bellissimo che dal pian delle Betulle conduce in Val Biandino per poi scendere ad Introbio per la bellissima e tecnica via del Bitto.

 Scopri l'itinerario

Julier Panorama Trail

Tra St. Moritz e il passo dello Julier, un bellissimo percorso molto panoramico, ma anche tecnico e divertente, adatto anche ai meno allenati.

 Scopri l'itinerario

OFFERTE ATTREZZATURA ED ABBIGLIAMENTO

I contenuti di questo sito sono di proprietà di Ilpiaceredellamontagna.it

I contenuti presenti sul sito "www.ilpiaceredellamontagna.it" non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non espressamente autorizzata dall’autore. Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.

Ilpiaceredellamontagna.it ed i suoi autori non si assumano alcuna responsabilità, esplicita o implicita, riguardante il contenuto e non potranno essere ritenuti in alcun caso responsabili per incidenti o conseguenti danni che derivino o siano causati dall'uso di informazioni contenute nel sito.

Cookie Policy