Lo sci è uno sport che più degli altri,sollecita in maniera elevata li nostri legamenti, in particolar modo quelle delle ginocchia.

Il legamento, più sollecitato e l'incubo per molti sciatori, è sicuramente il legamento crociato anteriore(LCA); un incubo per ogni sciatore poichè l'eventuale rottura potrebbe essere risolta tramite un intervento chirurgico in artroscopia ed una lunga degenza,dai 6 agli 8 mesi.

Anche gli altri legamenti sono estremamente sollecitati, ma l'eventuale rottura non è grave quanto quella del crociato anteriore ed il più delle volte non è necessaria una ricostruzione tramite intervento chirurgico.

La rottura dei legamenti è per lo più provocata da una torsione del ginocchio e durante la torsione è possibile sentire il tac, come di un filo che si rompe all'interno del ginocchio, e l'impossibilità di muovere il ginocchio.

Una volta subito il trauma è consigliabile presentarsi in pronto soccorso, anche se l'ortopedico ci prescriverà una ricetta per effettuare una risonanza magnetica, unico esame in grado di osservare la rottura del legamento.

Una volta che avremo la diagnosi, conviene ritornare dall'ortopedico che effettuerà alcune prove, test del cassetto ed altre manovre, che indicheranno se l'articolazione è solida o è necessaria l'operazione.

Una cosa che non tutti sanno è che seppure abbiamo il crociato anteriore rotto, ma il ginocchio è saldo e non presenta salti/cedimenti, è possibile evitare l'operazione e la lunga degenza, ma soprattutto è possibile tornare a sciare senza alcun fastidio.

Sciare con un legamento lesionato o rotto è possibile? Assolutamente si, ma il tutto dipende a come si presenta la nostra articolazione e sarà l'ortopedico a darci il risultato. E' consigliabile, in questi casi, rafforzare la muscolatura, in particolar modo del quadricipite femorale che sarà in grado di sostenere il ginocchio e quindi sopperire alla mancanza o alla lesione del legamento; per aiutare a sostenere di più il ginocchio  è possibile sfruttare ,sia nel caso non avessimo effettuato l'intervento sia nel caso non l'avessimo affrontato, onde evitare ricadute e nuove rotture, l'utilizzo di un tutore.

Ma che tutore? Uno dei nostri membri ha un passato da agonista tra i migliori di Italia, con un punteggio FIS in gigante intorno ai 28 pt FIS, ha subito anche lui molti traumi alle ginocchia e per aiutarle durante le giornate sugli sci fa uso di alcuni tutori che permettono di avere un ottimo movimento e che non comportano alcun problema di mobilità, anzi a detta sua è quasi come se stesse sciando senza alcun tipo di tutore, non solo dà un aiuto dal punto di vista della tenuta,ma anche mentale

Il tutore presenta oltre alla solita forma anche delle barre laterali su entrambi i lati che permettono di sostenere il ginocchio. Queste piccole sbarre metalliche sono fondamentali perchè solo queste sono in grado di sostenere il nostro legamento, altri tipi di ginocchiera non sono in grado di sopperire a questo compito.

Qui sotto vi forniremo un elenco di alcune delle marche e modelli che possono fare al caso vostro.

 

 

ginocchiera

In Italia i livelli che identificano l'abilità di uno sciatore vengono stabiliti dall' A.M.S.I, associazione maestri di sci italiani, in modo da creare un'omogeneità di parametri di giudizio verso gli allievi da parte di maestri e scuole sci.

Negli anni l' A.M.S.I ha modificato spesso questi parametri, dall'identificazione di Oro, Argento, Bronzo, si è passati ad una classificazione numerica che identifica 6 Livelli per uno sciatore turista.A partire dalla stagione 2018/2019 il 7 livello non fa più riferimento solo alla curva agonistica da adottare durante le gare, ma identifica il massimo livello raggiungibile da uno sciatore.

Per ogni livello l'A.M.S.I identifica un certo gesto tecnico che può essere visto nei loro video, un consiglio è quello di prendere con le pinze certi video, poichè i dimostratori sono degli Istruttori Nazionali e non rappresenteranno mai la realtà del gesto compiuto dal turista, in particolar modo per i livelli più bassi.

1° Livello - Spazzaneve

Lo sciatore è alle prime armi e riesce a ppercorrere piste con pendenze quasi nulle, per lo più campi scuola, sta cercando di imparare i primi concetti di curva, cioè lo spazzaneve, le velocità a cui viaggia sono estremamente lente ed il suo avanzare non è costante, durante l'intero gesto l'unico gesto che compie è quello di mantenere sempe lo spazzaneve. Nel video vediamo degli spazzaneve perfetti, compiuti da istruttori nazionali, nella realtà lo sciatore non rimarrà mai centrale ma tenderà, per via di paure ed insicurezza, ad arretrare ed a non avere una sciata composta, in particolar modo nella sua parte alta del corpo,busto.

2° Livello - Virata

Lo sciatore ha acquisito maggiore esperienza e bravura, ormai ha acquisito alla perfezione lo spazzaneve, riesce a scendere anche da piste più difficili, blu e rosse, sfruttando ancora in fase di curva il gesto dello spazzaneve a velocità più elevate, inoltre tra una curva e l'altra tende a sciare con sci paralleli. Ha vinto le paure delle prima sciate, ma non è ancora in grado di sciare ad una velocità costante e più elevata. Nelle fasi ultime di questo livello lo spazzaneve viene compiuto solo all'inizio della curva per diminuire la velcoità e dare direzionalità agli sci, mentre al termine tenderà ad iniziare a derapare, riuscendo in parte a chiudere la curva a sci paralleli

3° Livello - Curva Base

Lo sciatore riesce a curva con gli sci paralleli, deve acquisire ancora molta sensibilità ed il suo gesto non sarà uniforme,come nei video, sarà più a "scatti". Ormai lo studente è in grado di scendere senza difficoltà da piste blu e rosse, e può cercare di affrontare le prime nere, anche se in alcuni frangenti potrà trovarsi in difficoltà. In questo frangente è consigliabile continuare sempre su piste rosse, in modo da acquisire ancor più sensibilità e bravura

4° Livello - Cristiania Base

Lo sciatore è ormai in grado di curvare a sci paralleli senza alcun problema, inoltre riesce a derapare il meno possibile e quindi ridurre i raggi di curva. I movimenti tendono ad essere molto più fluidi ed ora sarà in grado di affrontare anche le piste nere ed in base alla difficoltà della nera, in particolar modo alla sua larghezza, anche ad affrontarle senza grosse difficoltà.

5° Livello - Cristiania

Lo sciatore è ormai ad un ottimo livello ed inizia a condurre su piste di media pendenza, non è ancora in grado di condurre su tutte le piste ne di controllare la sua velocità durante la conduzione, riesce a cimentarsi anche in altri raggi di curva come il medio ed il corto raggio, ma è ancora in fase di apprendimento e quindi il gesto non sarà perfetto. In questa fase lo sciatore dovrà cercare di progredire e di migliorare la propria conduzione anche su tutte le piste

6° Livello - Curve Condotte

Sino alla stagione 2018 il 6 livello era il massimo dei livelli, con la stagione 2018/2019 il livello viene leggermente stravolto, non è più identificabile con il livello più alto raggiungibile da uno sciatore in pista. Lo sciatore ha raggiunto già un ottimo livello tecnico, riesce a condurre sulla maggior parte delle piste, deve ancora perfezionare la propria tecnica.

7° Livello - Sportivo

A partire dalla stagione 2018/2019 il 7° livello è il massimo raggiungibile dallo sciatore in pista, seppure nel video dell'AMSI venga definito come livello sportivo, questo è il massimo livello raggiungibile da un turista e che non ha nulla a che vedere con l'agonismo.Lo sciatore ha raggiunto un livello altissimo e non ha alcun problema su qualsiasi raggio di curva.

Anche per la stagione 2017/2018 ripartono le promozioni da parte della società Sant’Anna, produttrice di acque minerali, succhi, ecc….  La promozione riguarda la possibilità di poter acquistare due biglietti giornalieri al prezzo di uno nel bellissimo comprensorio sciistico di Breuil Cervinia- Valtournenche.

In parole povere presentando la promozione alle casse degli skipass di Cervinia avremo la possibilità di acquistare due giornalieri a metà prezzo e di poterne usufruire, il giorno stesso, nel bellissimo comprensorio.

Come posso usufruire della promozione?

Bevendo i prodotti Sant’Anna: Acque Minerali, Santhè. In ogni confezione da 6 bottiglie dell’acque minerali, troverete nella confezione di plastica un bollino,prova d’acquisto, di colore blu, vi basta ritagliare il bollino e raccoglierlo, una volta che avrete raccolto 24 prove di acquisto potete usufruire della promozione.

Devo consegnare solo i bollini?

Una volta che vi recherete alla cassa non dovrete presentare i bollini sciolti, ma dovranno essere incollati ad un apposita scheda che compilerete con i vostri dati.

La scheda la potete stampare tranquillamente al seguente link:
https://www.santanna.it/area-trade-e-promozioni/wp-content/uploads/2017/10/TESSERA-RACCOGLI-PUNTI-cervinia-2018.pdf

Basta solo questo o devo fare altro?

Quando avete raccolto tutte le prove di acquisto necessarie e volete usufruire della promozione, avete scelto anche il giorno esatto in cui andare a sciare, dovrete contattare via un form, almeno 24h prima, la società degli impianti di risalita.

Il form che dovrete compilare si trova al seguente link:http://www.cervinia.it/it/inverno/SkiCard-Sant-Anna-Cervinia-Form-di-registrazione

Attenzione nel caso non compiliate il form e quindi non vi forniscano il codice da presentare alle casse, non potrete accedere alla promozione.

Vale tutto l’anno?

Purtroppo la promozione non è valida per l’intero arco della stagione sciistica.

I periodi in cui non è possibile utilizzarla sono:

  • 23/12/2017 – 07/01/2018
  • 03/02/2018 – 04/03/2018

Sciare a metà prezzo vale anche per Zermatt?

No, la possibilità di sciare a metà prezzo vale solo per il comprensorio di Breuil Cervinia – Valtournenche

Non vi resta che raccogliere le prove di acquisto ed andare a sciare

Copyright Ilpiaceredellamontagna.it

Sito ottimizzato per browser Mozilla Firefox , Google Chrome Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi sono citati a scopo informativo e/o didattico

Ilpiaceredellamontagna.it non si assume nessuna responsabilita per eventuali incidenti verificatesi sugli itinerari da noi descritti

Normativa UE Cookie